Ischia e le sue risorse

L'Area Protetta
Regno di Nettuno

Il Regno di nettuno è costituito dal tratto di mare che circonda l’ Arcipelago Flegreo, formato dalle isole di Ischia, Procida e Vivara.

Le tre isole, che chiudono ad ovest il golfo di Napoli, fanno parte di un grande complesso vulcanico considerato tuttora attivo.



L'area Marina Protetta “Regno di Nettuno” è gestita dal Consorzio di Gestione appositamente costituito tra i sette comuni di Ischia e Procida.



Le Acque

Le acque del Regno di Nettuno sono frequentate da tutte le specie ittiche tipiche degli ambienti rocciosi mediterranei, ma anche al centro di flussi migratori di totani e calamari e di tutte le specie del pesce azzurro e dei piccoli tunnidi. L’area ad ovest, verso l’Isola di Ventotene e l’area a Nord sono le zone mediterranee che presentano la più alta densità di mammiferi marini.

Il Canyon di Cuma, in particolare ospita la più importante famiglia presente nel mediterraneo di Delfino Comune, che, a dispetto del nome, è, oggi una specie in via di estinzione.


La Pesca

Come in ogni Area Marina Protetta la pesca subacquea è interdetta, mentre è permessa la pesca sportiva, sia da terra sia da imbarcazione, con la canna e la lenza, che permette catture interessanti di esemplari di grandi dimensioni, tra cui ricciole, tonnetti e spigole.

AREA PROTETTA REGNO DI NETTUNO
Visitare il Regno di Nettuno vuole dire calarsi in uno degli ambienti turisticamente più affascinanti del Mediterraneo. la scoperta della natura, abbinata alla ricca vita culturale ed all’ottimo cibo, fanno del Regno di Nettuno un luogo speciale. Il Whale Whatching: esperienza di grande emozione, svolta con crociere giornaliere o con campi di avvicinamento settimanali, permette di avvistare e visitare le famiglie di delfini che costantemente frequentano le isole o di partecipare appieno alle crociere di studio per l’identificazione dei cetacei presenti.
LA MAPPA DEL REGNO DI NETTUNO
La ricchezza del mare del “Regno di Nettuno” si intuisce osservando la perimetrazione dell’area su di una mappa. La prima cosa che colpisce ed incuriosisce è uno “strano” prolungamento verso nord, di due miglia di larghezza, che si stende verso la località di Cuma, in terraferma per una lunghezza di otto miglia. Quella stranezza, che corrisponde al cosiddetto Canyon di Cuma, rende il Regno di Nettuno un’area unica nel Mediterraneo. In realtà il prolungamento estende la protezione dell’Area Marina Protetta di questo tratto del Mediterraneo all’incredibile ricchezza dei Cetacei, tra cui delfini, balene e capodogli.
veduta di Delfini

www.ischiaedintorni.it